Report Vitalic @ Viper Theater, Firenze 14/1/2011

RSS
Partager

16 jan. 2011, 18h07m

Ven 14 Gen – Vitalic

Pascal Arbez dimostra, a un pubblico per lo più giovanissimo al cui sono già note le sue doti di produttore, di avere bene assimilato anche i trucchi su come tenere a bada le folle: enfatizzando gli accumuli di tensione e inserendo qua e là piccole "intrusioni" prima dei successivi climax, ha mandato in delirio la platea durante la sua ora e mezzo scarsa di esibizione.
Ritmo frenetico non tanto per i BPM, nella media per una serata di genere, ma per la durata delle tracce proposte: quasi tutte sotto i tre minuti. La selezione verte sui due album editi a nome suo. Pochi, per non dir nessuno, i fillers, per la gioia dei numerosi accorsi che esprimono il loro gradimento con pogo urla e pugni al cielo.
Una piccola sbavatura durante il performing di Poney pt. 1 porta (si fa per dire) il silenzio nella sala. Scommetterei che non molti si sono accorti dell'errore. Ciò accresce la stima del sottoscritto nei suoi confronti. La dimostrazione che nei live di musica elettronica non tutto è in mano alle macchine, e la maestria del timoniere ad uscire da una situazione di stallo è conferma, se ce ne fosse ancora bisogno, che il Viper club ha ospitato un artista vero, oltre che un performer di razza.

Interessante scaletta per il Dj di apertura Draft (che ha passato, tra gli altri, James Holden, Four Tet, Fuck Buttons, Radiohead) che però non convince del tutto nell'espressione del "discorso" complessivo. Pessima invece la scelta quella di affidare la chiusura della serata ad una selezione di monotona minimal techno che poco aveva da spartire con la serata e il target di quest'ultima.

Watch My Friend Dario live in Florence: http://www.youtube.com/watch?v=HQncQ0TUtpE

Commentaires

Ajouter un commentaire. Connectez-vous à Last.fm ou inscrivez-vous (c'est gratuit).